mercoledì 25 maggio 2011

Cats on Tuesday ( i know is wednesday!!!!!)

Suster perdonami per il giorno sbagliato ma che devo fa, so stralunata e poi tu mi capisci...con la Puzzola piccola in casa, i giorni non so neanche più dove stanno! Comunque iniziamo il racconto!

Once upon a time, there was a little girl...ok passo all'italiano!
C'era una bambina di 4 anni con un immenso amore per cani e gatti, aveva avuto solo cani fino ad allora morti purtroppo quasi tutti di morte violenta (abitava vicino ad una strada trafficata dove a nessuno fregava nulla di tirar sotto o meno un cane!).
Questa bambina aveva sempre desiderato avere un gatto ma non era mai riuscita a trovarne uno che facesse innamorare la sua mamma che odiava i gatti!
Così questa bimba nella sua stanzetta pregava Gesù che le mandasse un gattino, anche perchè lei lo voleva proprio tanto tanto! Un giorno questa bambina, esce nel giardino davanti casa, come sempre e sente un miagolio provenire da sotto la macchina, senza credere alle sue orecchie corre a vedere che succede e lì vede un gatto bellissimo tutto nero, con una piccolissima macchia bianca su un orecchio....decide subito di chiamarlo Nerino, convinta fosse un maschio e cerca subito di prenderlo, ma il gatto in questione era spaventato e inizio a sbuffare e  a drizzare il pelo! Così quella bambina corse in casa a chiamare mamma la quale le rispose "Lascialo stare e vedrai che se ne va, è un gatto randagio, sicuramente è sposrco e cattivo, non ti avvicinare!"
La bambina esce di nuovo tutta triste, ma in quel momento ha un illuminazione...corre di nuovo in casa e prende un pezzo di pane dalla dispensa, poi corre fuori e si mette seduta lontano dal gatto, per terra e inizia a lanciare molliche verso il gatto...lui inizia a mangiucchiarle (poverino è affamato!) e piano piano la bambina inizia a lanciare queste briciole sempre più vicina a lei  e così il gatto lascia da parte la sua diffidenza finchè, proprio come avviene nei film, il gatto non si lascia toccare dalla bambina e le finisce in braccio a amngiare! Da quel momento il gatto è felice e sorridente, ma solo quando sta con la bambina, quando vede qualcun'altro è nervoso e diffidente ancora! Passano altri giorni e il gatto piano piano si abitua alle 4 persone che abitano quella casa e così la mamma della bimba decide di portare il gatto dal veterinario epr vedere se è tutto a posto e se il gatto sta bene! Il veterinario vede il gatto e dice che è una gatta...evvivaaaaaaa, da allora fu chiamata Nerina!
Nerina riempiva le giornate della sua padroncina, giocavano sempre insieme e lei stava sempre vicina vicina alla sua bambina-padroncina, non la lasciava un attimo e quando lei era triste, Nerina correva vicino al ei a strusciarsi e la bambina subito si sentiva felice!
Un giorno Nerina inizio ad ingrassare moooooolto e la mamma della bambina decretò che Nerina era incinta e che fra un pò sarebbero arrivati i gattini e il veterinario confer,ò questa tesi dicendo alla bambina di non toccare i gattini appena nati perchè  sennò Nerina li avrebbe abbandonati!
Dopo qualche mese Nerina iniziò a piangere forte forte e la bambina si avvicinò  lei senza capire cosa stesse accadendo, finchè non iniziò a vedere dei fagottini neri uscire dalla sua gatta...e corse a chiamare la sua mamma, la quale le disse "tranquilla bambina, Nerina sta avendo i suoi bimbi, stalle vicina e vedrai che fra un pò starà meglio!".
Dopo un paio d'ore i 4 bimbi di Nerina nacquero e la bambina, contravvenendo alle indicazioni del veterinario se li coccolò tutti e Nerina non fece una piega, la bambina era l'unica che poteva avvicinarsi ai suoi gattini, glialtri membri della famiglia erano accolti da soffiate e pelo dritto!!!!
Un giorno la mamma della bambina, decise che i bimbi di Nerina non potevano stare lì con loro e così decise di darli in adozione, ma la bambina pianse tantissimo e chiese di lasciargliene almeno uno...era tutto nero conun macchia a forma di papillon sul collo per cui divenne Fiocchetto!
Dopo qualche mese Nerina morì Il veterinario disse che essendo troppo giovane non aveva retto ad allattare la prima cucciolata e si era debilitata troppo, la bambina pianse tantissimo e inizio a gridare "Voglio Nerinaaaaaaaa!"
Proprio in quel momento Fiocchetto si avvicino alla bambina e la coccolò, proprio come prima faceva la sua mamma....la bambina si sentì di nuovo tranquilla pensando che la sua Nerina non se ne era andata davvero, ma era ancora lì, dentro a Fiocchetto!!!!

6 commenti:

SuSter ha detto...

Oh che triste storia! Triste anche quella del mio secondo gatto (dopo Biscotto), nero come la tua, e anche lui salvato dalla strada, ma, al contrario della tua Nerina, fu scambiato per una micia e prese il nome di Zuppa, nome che gli rimase anche quando lo si scoprì maschio! (in casa nostra c'era questa tradizione di dare nomi mangerecci ai gatti). Fu il mio primo cuore spezzato...

Finalmentemamma ha detto...

E si purtroppo è triste ma finisce bene no?! Nerina si è reincarnata...cioè io prima dell'età della ragione vera ero meglio di buddha....ma no dico e...scherziamo?!

6cuorieunacasetta ha detto...

Mi è piaciuta la storia di Nerina e Fiocchetto!

sfollicolatamente ha detto...

UUh un'altra adesione all'iniziativa di SuSter, che bello, io adoro le storie di gatti! E la tua e' proprio bella, anche se triste - ma come dici tu, il finale e' felice. Dooolce tu :-))

Finalmentemamma ha detto...

@6cuori...it's a true story!

@sfolli...grazie.....ero picciolina io....e nerina ancora adesso me la sogno!!!!non ho più avuto gatti dopo fiocchetto...nessuno era come loro!!!!

SuSter ha detto...

;D

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...