domenica 16 ottobre 2011

E' tornata alla carica.....e pare stia vincendo!!!

Ebbene si...è tornata...pensavo oramai di averla archiviata, pensavo che finalmente se ne fosse andata per restare a casa sua, invece pare stia sempre in agguato, pronta a tornare alla carica al mio minimo segno di debolezza, alla minima defaiance!!!!E io ne ho e ne ho avuti fin troppi di momenti di debolezza in questi giorni di assenza....l'ennesima malattia della Puzzola che mi ha tenuto rinchiusa in casa per 2 settimane almeno, la consapevolezza che la mia vita non è più quella di prima mi è piombata addosso andando a colpire ciò a cui tenevo maggiormente!!!! Sapete già della mia passione per il canto, ma non avendo io nessuno che mi possa aiutare con la bambina, ho dovuto rinunciare anche a quello...come si fa a fare prove e quant'altro con una piccola scheggia che corre di qua e di la? Come si può fare quando tu puoi essere rimpiazzata ma tuo marito no perchè lui è l'unico a suonare? Finisce che se ne parla, se ne discute, se ne litiga ma alla fine chi deve rinunciare sono sempre io! Finisce che tutto ciò che amo va scaricato diritto nel cesso e io mi ritrovo a passare la maggior parte del mio tempo serale, quando tutti sono a letto a piangere nel bagno! Anche ora mentre scrivo, ricordo, penso, ,le lacrime se ne vengono via come fossero animate di vita propria!!!!E per favore non partite anche voi con la carica di "Ma adesso sei mamma..che pretendi?" "La vita cambia, è ora che cresci" "Doveva pensarci prima" "Stai facendo il lavoro più bello del mondo:la mamma" "Prima o poi potrai ricominciare a fare tutto" perchè veramente ne ho avuti una vagonata e dopo aver riempito una 50 di sacchi neri grandi della spazzatura non so più dove metterli!!!!
So già che sono fortunata ad avere mia figlia, la amo come nessun altro in questo mondo, darei me stessa per lei, mi butterei nel fuoco per lei...però no credo di essere una madre così cattiva se ho dei rimpianti, se non riesco a pensare a tutte le rinunce come se fossero qualcosa di bello, se non ho lo spirito di sacrificio di Giovanna D'Arco, se ogni tanto vorrei poter fare quello che facevo prima, magari lasciando per una sola ora la Puzzola da qualcuno di fidato....
Ci sono persone che hanno cercato di farmi sentire una pessima mamma per questi pensieri, ci sono persone che mi hanno fatto passare per un'insensibile "PERCHè IO CHE UNA FIGLIA CE L'HO NON DEVO LAMENTARMI", c'è mio marito che ci prova ma proprio non riesce a capirmi, proprio non ce la fa. Prova a dirmi che è una cosa momentanea...ma questa cosa momentanea, queste rinunce a ciò che più mi piace durano per me da quasi 2 anni...e sinceramente credo proprio sia già troppo!!!! Non lo so, forse sono davvero una pessima mamma e donna, una pessima amica e moglie....però nopn so che farci...non riesco a mandarla via questa tristezza....
non riesco proprio a tirarmi su, non riesco a far finta di niente...e anche il blog l'ho trascurato forse per la paura di essere giudicata anche qui, forse per il timore di non essere capita, di sentirmi di nuovo ripetere tutte le frasi fatte già sentite e risentite...non lo so...ma vi prego...fatemi capire che mi sono sbagliata a pensare questo, vorrei almeno qui trovare altre donne, uomini, mamme, papà, che possano capirmi e capire quello che provo...e magari perchè no....provare anche ad azzardare una soluzione!!!!!
Vi abbraccio...fortissimo!!!!!

9 commenti:

Nuvole Gialle ha detto...

Vorrei esser li ad abbracciarti! Vorrei stringerti e dirti che non sei una cattiva mamma. Sei una donna che sente l'esigenza di essere se stessa al di là dell'essere madre.
Comprendo ogni tua parola che sento mia. Per lungo tempo mi sono sentita come te, ingabbiata a vivere una vita che se in parte mi realizzava, in parte mi distruggeva l'anima, togliendomi ogni forza. Ora vivo un bel periodo ma il terrore e la consapevolezza che sono in bilico sempre e comunque, è lì in agguato.

Arrivare a scegliere di rinunciare anche alle nostre passioni, dopo aver rinunciato a tanto altro per amore delle nostre figlie ci mette in una condizione di disagio assoluto.
Perché sempre e solo noi? Perché i grossi sacrifici spettano solo, o soprattutto, a noi?
Non so darti una risposta. Posso solo dirti che non sei sola, noi ci siamo e capiamo questo tuo momento buio. Lo capiamo e non lo giudichiamo. Ho volutamente parlato al plurale perché conosco il potere delle blogger amiche.

Un bacio

Semplicemente Mamma ha detto...

@nuvolegialle...grazie...nient'altro, solo grazie per esserci...e per le tue parole bellissime e finalmente prive di giudizio...mi servono...come l'aria...un abbraccione!!!!!

Mammazeroventi ha detto...

Tesora non sei tu ad essere sbagliata, ma tutti coloro he pensano che nel momento in cui partorisci sei e sarai solamente una mamma.
Sentire il peso delle rinunce non è un tuo "difetto" o una tua "mancanza"...perchè anche se sei mamma rimani una donna, un'essere umano.
Io capisco perfettamente il tuo stato d'animo, perchè lo vivo quotidianamente da 3 anni,e ora che la mia vita è gestita minuto per minuto, dalle necessità di un microbo di un mese sento ancora di più il peso dell'essere mamma.
Perchè siamo sempre noi mamme a dover rinunciare a tutto non lo so,perchè siamo noi a doverci sentire "sbagliate e pessime" non lo so... posso soltanto dirti che non devi sentirti sola e giudicata perchè non sei sola, e qui nessuno ti giudicherà.Siamo in tante a capire il tuo stato d'animo perchè come te lo viviamo!!!
Ti abbraccio forte!

sfollicolatamente ha detto...

Oh no Finalmente/Semplicemente, mi dispiace sentirti cosi :-(
Non conosco questa particolare situazione (ancora...) ma posso solo dirti che un passettino alla volta, si esce da tutto, piano piano, un giorno alla volta, un'ora di sonno alla volta, una canzone preferita su youtube alla volta, una telefonata alle amiche alla volta...insomma ci siamo capite.
Comunque lo so che e' trita e ritrita, ma non puo' piovere per sempre, vedrai che prima o poi la Puzzola smette di ammalarsi cosi spesso, it's only natural!

Anonimo ha detto...

ciao
mi spiace sentirti così triste.

Io sono molto "pessima", nel senso che non ce la faccio a rinunciare a tutti i miei spazi e quest'anno (dopo lo stop di un anno), anche con il pupo di 14 mesi, ho ricominciato il mio corso di pittura (tre ore a settimana). In quelle ore sta con il papà.
Ogni tanto usciamo soli in coppia e il pupo sta con la zia o i nonni: ma presto vogliamo comunque avere anche la possibilità di una babysitter.
Ovviamente io lavoro anche e sta con i nonni (la nonna soprattutto).
Sono molto fortunata ad avere degli aiuti così importanti in famiglia. Non starei molto bene se dovessi rinunciare a tutto e quando ho ricominciato a lavorare (aveva 8 mesi), anche se solo poche ore, mi sono sentita meglio.

Forse potresti trovare una babysitter affidabile e concederti il canto insieme al marito, anche per fare una cosa di coppia. Oppure potresti cantare in un altro gruppo con orari diversi.
In ogni caso cerca di uscire un po' di casa, per me era molto importante (e anche il pupo stava meglio).

I sensi di colpa? Quelli ce li ho ovviamente, ma meglio i sensi di colpa della depressione.

ciao
francesca

pinkmommy ha detto...

oh tesoro...non sei una pessima mamma, sei un essere umano...diventare mamme non vuol dire cancellare tutto quello che eravamo, che avevamo e che volevamo fino a un attimo prima di partorire, e desiderare, avere bisogno di una cosa tua è assolutamente legittimo!!!
purtroppo non so nel concreto cosa tu possa fare, ma sono sicura che quando avrai abbandonato i sensi di colpa riuscirai anche ad organizzarti in modo tale da pensare anche un po' a te stessa...
ti abbraccio forte forte, mi sei mancata!!!
ti abbra

Semplicemente Mamma ha detto...

ragazze grazie a tutte una per una...sono sicura che prima o poi riuscirò a rimettemri in carreggiata, ma per ora avevo proprio bisogno di sapere che c'era qualcuno che mi capisce...siete degli angeli tutte voi, davvero...è bello avere amiche così...vi adoro tutte!!!!grazie di nuovo!!!!

Nina ha detto...

Avevo intuito qualcosa dall'ultimo commento che hai lasciato da me, poi parlando con le altre ho avuto la conferma che è un momento un po' duro e buio per te. Mi dispiace tanto, davvero e ti sono vicina. Non posso capire bene, fino in fondo, come sai ho il problema contrario, però accolgo la tua sofferenza e la tua tristezza e le rispetto.

Se senti che stai trascurando parti importanti di te, questo è un bene, significa che ti ascolti, che il contatto con la tua verità e la tua essenza non l'hai staccato in nome del sacro vincolo dell'amore materno. Questo secondo me ti fa onore, non c'è assolutamente nulla di cui vergognarsi, anzi vanne fiera. Credo che in questo momento la persona che possa aiutarti di più a riprenderti i tuoi spazi sia proprio tuo marito.
Io ti abbraccio forte, come sai anche io sto attraversando un po' di mareggiata. Auguro a entrambe di tornare a rivedere la luce presto, molto presto. Anzi...prima de mo!!!

Un bacio :*

Semplicemente Mamma ha detto...

grazie nina....è bello sapere che tra donne, indipendentemente dal tipo di problematica che si attraversa...alla fine ci si può capire ed essere unite...ti voglio bene...spero passi tutto presto anche io...per entrambe!!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...